Bernie Ecclestone,Formula 1,Gianfranco Quartaroli

Una tappa importante della mia carriera lavorativa fu sicuramente l'incontro con l'istrionico boss della Formula 1 Bernie Ecclestone dal quale ricevetti un invito personale per un incontro al G.P. di Monza che ho sempre conservato gelosamente e che pubblico per la prima volta.



Erano un paio di anni che bazzicavo nei paddock della Formula 1 e della Motogp dopo aver firmato i contratti di licensing per le collezioni di gioielli Autodromo di Monza,MotoGp,Noriyuki Haga,Circuito di Montecarlo.

Avevo pensato che fosse un'ottima idea realizzare la prima linea di gioielli di Formula 1 e fu così che il mio staff organizzo' l'incontro con Bernie Ecclestone alla presenza di Flavio Briatore e Claudia Peroni.



                                                     Gianfranco Quartaroli Claudia Peroni

Pensai che la cosa migliore che potevo fare fosse far toccare con mano i miei gioielli con le forme dei circuiti in oro e diamanti e così feci,portai nel paddock di Monza un rotolo pieno di gioielli e quando lo aprii vidi che Ecclestone sgrano' gli occhi:ero riuscito a stupirlo! E stupire uno degli uomini piu' ricchi del mondo non era facile! Gli piacquero molto a tal punto di dare mandato al suo studio legale di inviarmi una proposta di contratto di licensing per la prima linea di gioielli di Formula 1.





Erano anni in cui mi sentivo molto sicuro di me ero lanciato,mi arrivo' la proposta di contratto.
Forse non tutti sanno che la maggior parte dei contratti di licensing con grossi marchi mettono come condizione il minimo garantito che varia a seconda delle categorie merceologiche.



Nel mio caso mi venne chiesto un minimo garantito di 100mila dollari;ci pensai giorno e notte fino a quando presi una decisione.
Se fai impresa,grande o piccola che sia,tutti i giorni devi prendere delle decisioni,scegliere delle strategie,valutare situazioni....quella volta non me la sentii e non firmai il contratto.


                                           Claudia Peroni Gianfranco Quartaroli Fernando Alonso


E' chiaro che col senno di poi è facile fare delle considerazioni,ma quella volta mi tirai indietro,sicuramente se il minimo garantito fosse stato inferiore avrei accettato,ma ritenni che sarebbe stato un investimento troppo oneroso per me e declinai.


                                         Gianfranco Quartaroli Jarno Trulli Claudia Peroni

Il mio spirito sportivo mi disse che non sempre si puo' vincere...a volte si perde a volte si pareggia...ho fatto giusto? ho sbagliato?


                                       Gianfranco Quartaroli Claudia Peroni Giancarlo Fisichella

La realta' è che oggi nel 2021 sono qua a raccontarlo...






Commenti

Post più popolari