martedì 11 luglio 2017

Circuiti Gioielli E-commerce a 5 stelle

Il Made in Italy ha bisogno dell’ecommerce. Ma la nuova spinta dei venture capital e le strategie di export basteranno per resistere ai giganti come Alibaba e Amazon?






 L’Economia, in edicola lunedì con il Corriere della Sera, pubblica il rapporto sui numeri e sulle tendenze del net retail, a cura della Casaleggio& associati. Un lavoro che la società presieduta da Davide Casaleggio, co-leader dei Cinque Stelle, porta avanti da undici anni e che ha utilizzato per questa edizione i pareri di tremila aziende italiane con attività di commercio elettronico. 



L’innovazione è un tema chiave se vogliamo crescere oltre lo “zero virgola”; io credo che dobbiamo pensare alle doppie cifre e nell’innovazione di doppie cifre ce ne sono». Il Davide Casaleggio politico, che raccoglie l’eredità del padre Gianroberto come co-leader del Movimento Cinque Stelle, e il suo «doppio», l’imprenditore presidente della Casaleggio Associati, l’azienda di consulenza strategica sul web fondata nel 2004 e di cui ora detiene il 60%, si incontrano in questa frase pronunciata davanti ai giovani di Confindustria qualche settimana fa.




 

Oggi, altri punti di quell’intervento si specchiano in alcuni degli snodi del Rapporto annuale sull’ecommerce in Italia, che la Casaleggio Associati produce e pubblica online e che viene curato direttamente da Davide, come si precisa nella sua piccola biografia di presentazione sul sito. L’Economia lo ha letto e commentato, attraverso uno scambio di email, con Casaleggio jr, per capire come e dove va questa innovazione che serve all’Italia per crescere, e di cui la trasformazione digitale delle imprese è un elemento chiave.






«La ricerca viene condotta seguendo la stessa metodologia da undici anni; abbiamo studiato l’evoluzione dell’ecommerce passo dopo passo con un’attenzione all’impatto complessivo», spiega Casaleggio.






L’aggettivo complessivo è importante, perché l’azienda creata dal guru dei Cinque Stelle scomparso l’anno scorso, che gestisce ancora il blog di Beppe Grillo e pubblica ebook (attraverso un «laboratorio di ricerca nell’ambito dell’editoria», la Adagio, ndr), ha primariamente l’«obiettivo di indirizzare le imprese nelle scelte in ambito digitale e nella definizione degli obiettivi misurabili in termini di ritorno economico», si legge nella presentazione. A proposito di conti, Casaleggio stima che il fatturato totale dell’ecommerce italiano nel 2016 valga 31,7 miliardi (più 10% sul 2015). Come si è arrivati a questa cifra?


Fonte Corriere.it

Nessun commento:

Posta un commento