venerdì 12 maggio 2017

Il primo scudetto non si scorda mai

Finalmente!
I Gioielli della Igor Agil Volley conquistano lo scudetto tricolore.





Direttamente dalla pagina Facebook della Igor Agil Volley Novara: "Le sensazioni del giorno dopo sono quelle che ti fanno guardare allo specchio con gli occhi increduli, quelli di chi non ha ancora realizzato che quel sogno tanto desiderato si è appena avverato. Le emozioni del giorno dopo sono un misto di trepidazione, rivincita e gioia perché, in fondo, il presente è stato fondato sulle cicatrici del passato. Le parole del giorno dopo sono quelle esterne del "sì, ma tanto è solo un gioco", sarà anche vero, ma questa volta Novara ha scritto finalmente un pezzo della propria storia. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in questa squadra"





Circuiti Gioielli ha sempre creduto nel progetto portato avanti con passione e sacrificio da Suor Giovanna Saporiti e l'imprenditore novarese,il re del gorgonzola Fabio Leonardi.






Il primo scudetto non si scorda mai.


La Igor Volley entra nella storia conquistando a Modena, con una partita perfetta, il suo primo Scudetto. Grazie allo 0-3 conquistato in un Pala Panini gremito da 5000 spettatori, capitan Piccinini e compagne, sostenute a Modena da oltre 500 novaresi, hanno chiuso per 1-3 la serie finale portando la città di Novara nell’Olimpo del volley.





Per il match decisivo, Gaspari si affida a Brakocevic opposta a Ferretti, Heyrman e Belien al centro, Bosetti e Ozsoy in banda e Leonardi libero; Fenoglio risponde con Barun Susnjar opposta a Dijkema, Chirichella e Bonifacio al centro, Piccinini e Plak in banda e Sansonna libero.



Si parte testa a testa, con il muro di Chirichella su Bosetti che vale il primo break azzurro (5-7) e la reazione di Modena che porta le emiliane dall’8-9 all’11-9 con Belien a segno a muro. Plak in battuta (11-11, ace) riapre la contesa, Ozsoy sbaglia (13-16) mentre l’ace di Brakocevic vale l’impatto a quota 17; Bosetti regala un altro break (17-19) alle azzurre sparando out, Barun Susnjar allunga murando Ozsoy e dopo il timeout di Gaspari Chirichella conquista il set ball sul 20-24. Chiude Barun Susnjar, in diagonale, al primo tentativo (20-25). 





Novara accelera con Barun Susnjar in pipe (3-4), Heyrman manda in rete il servizio del 6-9 e Plak in pipe firma il 6-10 che costringe Gaspari al timeout. Piccinini sbaglia (9-10) ma Chirichella chiude in fast uno scambio infinito (9-12) e Barun Susnjar in diagonale allunga 11-15 con Dijkema che, con una magia, mette a terra la palla dell’11-16. Ozsoy rientra 14-17 a muro, Piccinini concretizza una gran difesa di Zannoni (15-20) e il muro di Chirichella su Belien vale il 16-22; Donà trova l’ace del 17-24, Plak mura Ozsoy e chiude 17-25.








Modena si gioca il tutto per tutto con il lob di Brakocevic (5-1), Piccinini accorcia in maniout dopo una gran difesa di Barun Susnjar (5-4) e ancora la croata fa 7-7 in pallonetto mentre Gaspari si gioca la carta Bianchini; Plak sorpassa in maniout (9-10), Chirichella forza in battuta e propizia il 9-13 (Bonifacio a muro su Bosetti) e dopo il pallonetto di Belien (14-16) Novara allunga ancora con due ace di Barun Susnjar (14-18 e poi 14-20). Il finale è praticamente un assolo azzurro: Bosetti invade (16-22), Brakocevic e Heyrman sbagliano (17-24) e un tocco a rete di Plak chiude i conti e manda Novara in orbita.






  
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Igor Volley Novara 0-3 (20-25, 17-25, 17-25)
Liu Jo Nordmeccanica Modena
: Brakocevic 7, Belien 6, Valeriano ne, Heyrman 9, Leonardi (L), Marcon, Bosetti 7, Ferretti 2, Petrucci, Ozsoy 9, Bianchini, Garzaro ne. All. Gaspari.
Igor Volley Novara: Alberti, Cambi ne, Plak 13, Donà 1, Pietersen, Bonifacio 5, Chirichella 12, Sansonna (L), Piccinini 4, Dijkema 4, Zannoni, Barcellini ne, Barun Susnjar 18. All. Fenoglio.


Nessun commento:

Posta un commento