lunedì 27 giugno 2016

Tony Cairoli eroico e stoico a Mantova

La dodicesima prova del Mondiale MXGP si è disputata a Mantova, sul sabbioso tracciato del Tazio Nuvolari. Il pilota del team KTM Red Bull Factory Racing ha dovuto stringere i denti e lottare contro il caldo asfissiante durante le sessioni di prove cronometrate, in qualifica ed in gara per portare a casa un insperato quarto posto finale che gli permette di conquistare la seconda posizione in campionato, a sei prove dalla fine. Tony, nonostante la frattura alla mano sinistra rimediata in Inghilterra una settimana fa, ha fatto la scelta di non sottoporsi ad infiltrazioni e di non prendere medicinali ed antidolorifici per non compromettere le sue capacità, viste le alte temperature con le quali si sono svolte le manche. Una scelta coraggiosa, che ha premiato l’otto volte Campione del Mondo che dopo aver chiuso la qualifica all’ottavo posto, ha preso il via di gara uno determinato a far bene. Compromesse le possibilità di lottare per le posizioni di vertice, a causa di un contatto in partenza, Cairoli ha lottato con tutte le sue forze per rimontare dall’ultima alla sesta posizione la manche. In gara due Antonio ha lanciato la sua KTM 450 SX-F a tutta velocità fuori dal cancello, siglando uno strepitoso hole-shot, che gli ha permesso di guidare i gruppo sin dalla prima curva. Cairoli ha chiuso la seconda frazione al terzo posto, dopo una lotta esaltante con la tabella rossa della serie Gajser, che ha acceso il tifo scatenato dei 27000 spettatori a bordo pista, estasiati dal duello memorabile. Prossimo appuntamento tra tre settimane in Repubblica Ceca per il tredicesimo round del Mondiale MXGP 2016.





Antonio Cairoli: “Purtroppo la partenza di gara uno è andata male, all’uscita dal cancello sono stato chiuso da due piloti ed alla prima curva ero ultimo. Sono riuscito a fare una buona rimonta ed a passare 27 piloti nel primo giro ma mi è costata molte energie, soprattutto a causa delle temperature altissime. Sono riuscito a terminare sesto ma ero molto stanco, anche perché non mi sono potuto alleare in settimana per via del mio infortunio.






La seconda manche è stata molto buona, con una buona partenza e dei bei sorpassi con Tim che in questo momento è al top della condizione. Penso che sarebbe stato possibile vincere gara due ma sono saltato lungo su un panettone e mi sono slogato il polso di nuovo. A causa del dolore ho dovuto rallentare per un paio di giri e lui ha trovato il modo per passare. Nell’ultimo giro ho fatto un piccolo errore che mi è costato la seconda posizione ma sono contento comunque perché ho fatto la scelta giusta di correre senza prendere medicinali e antidolorifici, che con queste temperature rischiavano di compromettere la mia condizione fisica.”






Prossimo GP: Repubblica Ceca, Loket 24/07/16
Gara 1:
1-T.Gajser, 2-C.Desalle, 3-G.Paulin, 4-M.Nagl, 6-A.Cairoli
Gara 2:
1-T.Gajser, 2-G.Paulin, 3-A.Cairoli, 4-C.Desalle, 5-G.Coldenhoff
Gran Premio:
1-T.Gajser 50p. 2-G.Paulin 42p. C.Desalle 40p. 4-A.Cairoli 35p. 5-J.Van Horebeek 30p.
Campionato del Mondo:
1-T.Gajser 532p. 2-A.Cairoli 440p. 3-R.Febvre 408p 4-M.Nagl 401p. 5-E.Bobryshev 396p.

Nessun commento:

Posta un commento