martedì 26 aprile 2016

Brevetti Boom di richieste dall'Italia

L'Italia é terza in Europa per richieste di registrazioni per i marchi,con quasi 10 mila domande per una quota dell'11%.




Milano e Roma si piazzano anche nella "top 20" delle citta' piu' attive,rispettivamente con il capoluogo lombardo quarto e la capitale sedicesima.







Sono i dati Eurostat per la giornata internazionale della proprieta' intellettuale che si celebra oggi.







L'Ufficio Ue per la proprieta' intellettuale(Euipo) ha ricevuto il piu' grande numero di richieste di registrazione di marchi da parte della Germania(20.447),seguita dalla Gran Bretagna(12.527),terza l'Italia(9.941),a sua volta seguita dalla Spagna(9.406),Francia(7.907),Olanda(4.534) e Polonia(3.665).







Nel complesso in Europa il numero di domande ha continuato ad aumentare,con l'eccezione del 2008,anno dello scoppio della crisi finanziaria.






Circuiti Gioielli é tra i brand Made in Italy orgogliosi di essere tra quelle aziende italiane che hanno sempre creduto fosse importante investire nel marchio e nei brevetti dei nostri gioielli.





La maggior parte delle richieste in termini assoluti, invece, riguarda movimentazione (imballaggi, palette, sistemi di trasporto, container), ingegneria civile e trasporti (in cui rientra l'automotive). Con 107 richieste, Indesit è la società italiana più attiva, seguono Fiat (84), STMicroelectronics (58), Finmeccanica (39), Pirelli (39) e Chiesi Farmaceutici (35).







A livello di società, dopo la Philips che ha scalato la classifica superando Samsung, seguono LG, Huawei e Siemens. Tra le prime 10 ci sono quindi 4 europee (Philips, Siemens, Bosch, Basf), 3 americane (United Technologies, Qualcomm, General Electric), 2 coreane (Samsung, LG) e una cinese (Huawei).



Fonti Gazzetta dello Sport- ANSA

Nessun commento:

Posta un commento