giovedì 13 agosto 2015

Archimede Bottazzi Orafo Ecclesiastico

L'orafo piemontese Archimede Bottazzi non smette mai di stupirci.Persona riservata e cattolica praticante, mostrò particolare devozione alla Madonna di Lourdes ed ai pellegrinaggi annuali alla grotta.
Nato a Vercelli da famiglia in condizioni economiche difficilissime ad 11 anni, il 5 aprile 1904 fu affidato all'allora locale "Ospizio per i poveri".





Un orafo molto legato al mondo della Chiesa come lo dimostrano molti dei suoi gioielli.
Sappiamo che lavorò sino a tarda età su commissioni ecclesiastiche, civili e militari. Gli furono commissionati importanti lavori anche da Casa Reale Savoia.
Oggi ci vogliamo soffermare su un ciondolo realizzato da Archimede Bottazzi che rappresenta il rosone della Basilica di S.Andrea di Vercelli. 





La basilica di S.Andrea é il monumento piu' bello e glorioso di tutto il Medioevo subalpino.
Fondata dal vescovo Gualo nel 1219 e consacrata nel 1224,Sant'Andrea a Vercelli rappresenta uno dei piu' significativi esempi di gotico primitivo in Italia,un vero e proprio gioiello.
Il rosone ad archi a tutto sesto intrecciati si apre tra i portali ed il livello delle logge.









Il ciondolo riporta sul retro i marchi dell'argento 800 e di fabbricazione e l'incisione fatta a mano ROSONE DI S.ANDREA VERCELLI.



Un ciondolo speciale per un capolavoro di architettura, una delle prime costruzioni in Italia a presentare i tipici elementi dell'arte romanica armoniosamente intrecciati a quelli dell'arte gotica.

La storia di Archimede Bottazzi continua...

Nessun commento:

Posta un commento